DANZA URBANA
#danzami

A[1]BIT

Sanpapié

“A[1]BIT” della Compagnia Sanpapié è un progetto site-specific nato dalla voglia di esplorare la relazione dell’individuo e della comunità con gli spazi urbani e dall’intento di non essere mai davvero ripetibile, ma di rinascere nell’identità del luogo ospitante. La performance si vive, da spettatori, indossando delle cuffie per l’audio e lasciandosi trasportare attraverso gli spazi pubblici, creando un viaggio intimo e un’esperienza della performance personale. La relazione tra posizione individuale e collettiva, in un contesto urbano e disordinato, è il cardine della ricerca coreografica: i danzatori si muovono in funzione dello spazio e del pubblico, che si trova ad essere, inconsapevolmente, parte del disegno coreografico.
La performance proposta da Milano Dancing City accompagnerà piccoli gruppi di spettatori ad esplorare il quartiere che si sviluppa intorno al Naviglio della Martesana, domenica 17 ottobre 2021.

Luogo di partenza sarà Piazza dei Piccoli Martiri (M1 Gorla), con una prima performance alle ore 14:00 e una seconda performance alle 16:00.

Ingresso 10 €

L'accesso alla performance necessita di prenotazione tramite il form su questa pagina e possesso di Green Pass.
 

prenota qui

 

    Dettagli completi su ciascuna tipologia di dati raccolti sono forniti nelle sezioni dedicate di questa privacy policy.

    compagnia sanpapié


    La Compagnia Sanpapié nasce intorno al binomio fra Lara Guidetti e Sarah Chiarcos, con i primi spettacoli del 2008-2010 che vedono subito tourneé internazionali. Il lavoro della compagnia si caratterizza presto per essere un multidisciplinare innesto di arti, con collaborazioni con attori, registi e musicisti. La compagnia, che raggiunge il contributo ministeriale nel triennio 2015-17, si impegna su fronti molto diversi: da lavori solistici, a produzioni più impegnative, fino ai lavori site-specific, in collaborazione con importanti Festival e Teatri internazionali, e al progetto di spettacolo multisensoriale Balerhaus.
    I lavori della compagnia vedono la collaborazione e la co-produzione di importanti enti internazionali tra cui: CSC Anymore, NEXT, Stresa Festival, Festival Teatri del Cimone, MilanOltre, Festival Exister, DancehausPiù, Festival Olio Officina, Teatro degli Arcimboldi, Festival Trasparenze e Fondazione Cariplo.

    Bolero


    In collaborazione con “ArteMente, Centro di Alta Formazione per la Danza”, Riccardo Olivier riflette sull'immagine di una comunità che reagisce e affronta una situazione inevitabile come quella della pandemia da Covid-19.

    La ricerca del coreografo e dei danzatori ha dato vita a vari atti di resistenza. Assieme si sono interrogati su come le persone abbiano vissuto la tragedia e sulla potenza dello "stare", sia dal punto di vista fisico che psicologico. Come sfondo di questa resistenza la composizione "Bolero”, di natura persistente e insistente.

    La riflessione al centro della performance vuole essere un pensiero dedicato a tutti coloro che resistono, per sé stessi e per gli altri.

    La performance proposta da Milano Dancing City si svilupperà all'interno di Fabbrica del Vapore, sabato 23 ottobre 2021 alle ore 19:30.

    Ingresso libero

    riccardo olivier

    Diplomato in teatrodanza all’Accademia Paolo Grassi di Milano, è co-fondatore, coreografo e project manager di Fattoria Vittadini. Ha lavorato come Direttore Artistico per la danza per il Festival Mirabilia e come organizzatore per il circuito CLAPSpettacolodalvivo. È uno dei tre creatori di ITFestival a Milano, Direttore e ideatore del Festival Rigenerazioni. Tiene regolarmente seminari e masterclass per Accademie e scuole o all’interno di Festival, lavorando come coach per attori, compagnie, cantanti lirici e artisti e tutor di processi creativi per diverse compagnie e conducendo percorsi di integrazione sociale.

    PRENOTA